domenica 5 gennaio 2014

Amore, zucchero e cannella - Amy Bratley

Da ibs:
Juliet aspetta da una vita questo momento. Finalmente una casa da dividere con Simon, un vero e proprio nido d'amore pieno di piante di cui prendersi cura e invaso da profumi di torte appena sfornate. Ma il sogno è destinato a svanire: la prima notte nel nuovo appartamento, Juliet scopre che Simon l'ha tradita con la sua migliore amica. Il suo cuore è a pezzi, il dolore insopportabile, quella casa tanto desiderata d'improvviso è ostile. Niente pare esserle d'aiuto. Finché un giorno, rovistando tra le scatole ancora da aprire, Juliet s'imbatte nei vecchi libri della dolce nonna Violet, con cui è cresciuta dopo che la madre l'ha abbandonata. In quelle pagine ingiallite, ricche di preziosi consigli e piene di appunti, Juliet sembra trovare il conforto di cui è in cerca: forse lì c'è quel che serve per tornare ad amare la sua nuova casa e a curarla come avrebbe fatto un tempo sua nonna, ricette segrete per dimenticare ai fornelli chi l'ha fatta soffrire, o tanti modelli di carta che attendono solo le sue mani, per trasformarsi in splendidi foulard, copricuscini, grembiuli pieni di pizzi. Ma un giorno, nascosta tra quelle pagine degli anni Sessanta, Juliet trova una lettera. Una lettera che parla di qualcuno di cui lei ignorava l'esistenza... Il passato sembra riaffiorare e portare con sé un alone di mistero. E se riviverlo fosse l'unico modo per ritrovare se stessa e lasciarsi andare a un nuovo amore?


Leggendo questo breve riassunto su ibs sembra l'inizio di una piccola chicca da divorare, in realtà basta leggere la sola trama per trovare il meglio del libro. Scialbo, sciocco ed a tratti noioso. Situazioni stereotipate, personaggi già visti/letti, un'accozzaglia di situazioni mischiate a caso da cui potevano partire tanti racconti interessanti riuniti, ahimè, in un unico banale libro che si fa dimenticare dopo pochi giorni dalla lettura. Meglio starne alla larga! 

6 commenti:

  1. Prendo nota. Ultimamente mi sono dedicata alla lettura ma è difficile capire dalla trama se il libro sia interessante. Ho provato anche a leggere le varie recensioni dei blog, ma anche li non è che sia facile, ho preso un paio di cantonate pazzesche..
    Tu come ti orienti nella scelta di un titolo?

    RispondiElimina
  2. E' difficile... Sono fortunata perchè frequento un forum di libri dove conosco da anni gli altri utenti e condividiamo molti punti in comune nei libri, se nel gruppo ne consigliano uno vado sul sicuro, sono pochissimi i titoli consigliati che non mi hanno entusiasmata (mai una ciofeca però!), oltre ad avere diverse amiche lettrici con cui scambiare pareri.
    In genere quando ho spazio e soldi vado in libreria (o quando mancano in biblioteca) e mi lascio ispirare, posso perderci ore cercando, ma alla fine annuso qualcosa che mi prende. Sono stata poco utile lo so, ma non saprei spiegarti, spesso diventa una questione di pelle tra me e il libro. Di sicuro posso consigliarti di NON prendere mai il best seller di turno, ho solo trovato delle grandissime schifezze con questo metodo.

    RispondiElimina
  3. mi hanno regalato questo libro, ma ancora non l'ho letto, dopo la tua mini recensione aspetterà ancora un po' XDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD e fu così che il libro volò dalla finestra... =p

      Elimina
  4. Grazie froda!!!! È un grande piacere scoprirti!!
    Giulia

    RispondiElimina
  5. Grazie Giulia, benvenuta! =)

    RispondiElimina

Ciao, grazie per la tua visita! =)